Accendi un sogno e lascialo bruciare in te (Shakespeare)

urna_antica

La cremazione sin dalla più remota antichità è stata uno dei sistemi più adottati per restituire alla terra i defunti.

Oggi la cremazione si impone per motivi soprattutto sociali: le richieste di inumazioni e tumulazioni sono così numerose che le aree cimiteriali divengono sempre più estese, con gravi problemi di igiene, spazio, costo.

Basti pensare che su 10 mq. si possono collocare solo 4 bare, mentre vi troverebbero posto 200 urne cinerarie: la cremazione è, quindi, una scelta razionale ed ecologica.

Gianus

L’ARC è stata fondata a Roma nel 18 giungo del 1951, per rispondere ad un’esigenza sociale sentita ancora da pochi: un gruppo ristretto di filosofi, scrittori, politici ed intellettuali, che avevano lo scopo di diffondere la pratica della cremazione, come libera scelta dell’individuo, sconosciuta ancora da molti e ritenuta da altri un tabù.

Una delle cinque fondatrici fu la signora Innocenza Orlandi, che passò poi il testimone alla figlia Anna Galdi, tutt’oggi Presidente dell’Associazione. Nel tempo l’ARC è stata presieduta da figure di spicco e di alto profilo professionale, che l’hanno guidata fino al riconoscimento della personalità giuridica, avvenuto nell’anno 1981 con D.P.R. 21/10/80 n.1096, a conferma della sua attività senza scopo di lucro.

fire-171229_1920

La cremazione è una libera scelta di volontà ed una pratica civile senza preclusioni di carattere ideologico e religioso: infatti, dal 1963 è stato ammessa da Paolo VI, con apposita bolla, alla pari delle altre sepolture.
Per agevolare chi desidera farsi cremare, si sono costituite in Italia numerose Associazioni per la cremazione: esse assistono gli iscritti per le pratiche legali e burocratiche necessarie al momento del decesso e svolgono opera di informazione per far conoscere i vantaggi sociali, igienici ed economici della cremazione.
A Roma, l’A.R.C. si è costituita nel 1951 e nel 1981 (DPR 21.10.75 n. 803) ha ottenuto il riconoscimento giuridico a conferma della sua attività senza scopo di lucro.
Possono diventare soci dell’A.R.C. cittadini maggiorenni italiani e stranieri, anche se residenti fuori Roma, compilando la domanda d’iscrizione dell’Associazione e scrivendo di proprio pugno la dichiarazione di volontà “Voglio essere cremato”. La firma deve essere convalidata dall’A.R.C.

latest-event-free-img.jpg

La nuova legge italiana (n. 130 del 30 marzo 2001) prevede tre possibilità:

  • Dichiarazione di volontà attraverso l’iscrizione ad un’associazione di cremazione legalmente riconosciuta
  • Volontà espressa con disposizione testamentaria presso un notaio
  • In mancanza di disposizione in vita, la volontà della maggioranza degli eredi aventi diritto espressa dopo il decesso.
  • L’attuale legge Italiana prevede anche l’affido in custodia delle ceneri presso la propria abitazione o la dispersione in natura.
La Chiesa Cattolica Apostolica riconosce la Cremazione dal 1963 tuttavia suggerisce alcune disposizioni in merito

I nostri servizi

L’Associazione Romana per la Cremazione, oltre all’assistenza legale e burocratica per la cremazione, offre ai propri Soci un servizio 24 ore su 24 di assistenza amministrativa per il disbrigo delle onoranze funebri, a tariffe convenzionate.
Chiamando i numeri 06.6792769 (orario di ufficio) e 335.7796052 (fuori orario di ufficio), potrete avere maggiori informazioni sulla cremazione e sulle tariffe funerarie convenzionate.